close
Calendario dell’avvento, perché farne uno

Calendario dell’avvento, perché farne uno

26 Dicembre 2018121Views

Dicembre è il mese di Natale. Vuoi o non vuoi tutto è orientato verso una sola data: il 24 dicembre che porta con sé il 25 che si tira dietro il 26 dicembre. Sono tre giorni ma è come se fosse un lungo giorno, un solo giorno pieno di cose e persone. Il calendario dell’avvento, ha condotto proprio a questo: il trittico dei giorni bellissimi, la meraviglia delle ore passate insieme, quei minuti che ricordi per tutto l’anno (ricordi direttamente proporzionali all’età che avanza!). Da grandi si sente tutto diversamente: le feste, le persone, i regali. Ma se c’è una cosa che accomuna tutti, grandi e piccoli, è l’attesa.

C’è chi torna a casa solo per Natale, chi aspetta il Natale per stare insieme, chi lo fa tutto l’anno ma a Natale… che a Natale è tutto meravigliosamente meraviglioso (!!!), un tripudio di piaceri e colori. Insomma chiunque aspetta Natale.

Se c’è una cosa che più di tutte ho adorato di questo mese è proprio il calendario dell’avvento (uno, due, tre…), un espediente dolcissimo per contare i giorni, avere sempre il polso di quante ne mancavano e per scattare, scattare e ancora scattare!

Il calendario di Parole In Circolo con Zelda Was a Writer

Una foto al giorno dall’1 al 31 dicembre.

#PtitZelda2018 ha una “e” in meno nel nome ma tanta bellezza. Il calendario dell’avvento lanciato da Camilla Ronzullo (qui vi ho parlato del suo splendido libro!) è una ricerca e condivisione su Instagram di piccole gioie legate al mese di dicembre. Una foto al giorno per tutto il mese di dicembre 

L’idea è quella di catturare attimi piccoli, intensi e poetici. Per noi, per la nostra vita. 
L’idea è di essere in tanti ma proprio tanti e di incrociare destini, attraverso la condivisione di gioie fugaci e poetiche durante il mese più magico dell’anno! 
I profili privati possono tranquillamente giocare ma, purtroppo per noi, non sarà possibile creare un dialogo con le loro foto. Perché la speranza di questo gioco è la partecipazione dialogante, la creazione di legami basati su gioie piccole che ci accomunano.

Partecipare è stato semplicissimo (e lo è ancora dato che mancano ancora 4 giorni al termine del calendario dell’avvento): ogni giorno una  storia con l’hashtag  #ptitzelda2018day1(e così via!) e #ptitzelda2018. 

Bello perché? 

Il mio profilo, a colpo d’occhio, racconta e ricorda di un mese strepitoso; un lungo Natale ricco di sorprese e belle cose che ancora deve terminare. Di seguito una panoramica generale e Work in progress con i ricordi. 

C’è ancora qualche giorno da riempire ma il grosso è fatto! 

Il senso di fare un calendario dell’avvento è tutto qui: poter ricordare e attendere il giorno dei giorni, il mese dei mesi con insieme! E tu che calendario dell’avvento hai seguito? Raccontalo! 

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Content Specialist e specialista nel complicarmi i pensieri come solo le persone che gettano avanti il cuore in ogni cosa che fanno, sanno esserlo. Il Blog è il mio esercizio quotidiano per curare me stessa, per non perdermi, per essere sempre presente.

Leave a Response