close
Cosa fare con i libri vecchi? 5 modi alternativi per disfarsene

Cosa fare con i libri vecchi? 5 modi alternativi per disfarsene

21 agosto 2018203Views

Qualcuno ha gettato i libri per strada. Probabilmente, qualcuno, ha dimenticato che i libri non si buttano ma si regalano. L’ultimo smemorato/a è di Cerveteri, in provincia di Roma. Lui o Lei ha gettato via un mucchio di libri vecchi, forse con le pagine ingiallite dal tempo. Tra questi, la prima copia de Il Gattopardo di Tommasi di Lampedusa, uno dei romanzi più belli, quel che si dice “un’affresco” di altri tempi che in modo straordinario, parla di me, di te, di tutti noi. 

L’edizione è del novembre del 1958, pubblicato postumo da Feltrinelli un anno dopo la morte del suo autore. L’anno dopo ha vinto il Premio Strega ed è diventato, di diritto, il romanzo di riferimento del secondo dopoguerra italiano. Il valore stimato della copia della prima edizione del Libro si aggira tra i 900 e i 1300 euro. 

Sapendo che colleziono libri, mi ha chiamato e mi ha detto che aveva trovato questi testi gettati a terra e che erano lì da alcuni giorni.

A parlare è Igor Artibani, autore tv e sceneggiatore, che a Repubblica ha raccontato di del ritrovamento da parte del suocero, del bottino di libri tra cui anche Il Gattopardo. Dopo qualche ricerca, ha scoperto che il libro valeva davvero tanto: su Ebay, una copia della prima edizione è venduta oltre i 1000 euro così come un’altra copia di un rivenditore privato. Il post con cui Artibani ha raccontato l’accaduto su Facebook è ironico, ma dietro l’ironia c’è tanta verità. 

Il post di Igor Artibani del 16 agosto.

Cosa fare con i libri vecchi?

1. Dona

Ci sono mille modi alternativi per non gettare i libri. Oltre la noncuranza e l’ignoranza di colui o colei che butta tutto via, in un angolo di strada, ci sono coloro che traslocano e non avranno più così tanto spazio, chi ha due copie dello stesso libro, chi ha bisogno di racimolare quattrini, chi non ha più interesse per una determinata tipologia di testi, insomma ci sono molti motivi per sbarazzarsi dei libri. Tutto tranne abbandonarli sul ciglio di una strada. Ecco qualche idea: 

Fai una ricerca: esistono diversi siti che si occupano di donazioni in tutto il modo, non solo di denaro ma anche di libri.  Non dare tutto al primo suggerimento di Google, impegnati, trova l’Associazione, l’Ente che più fa al caso tuo. Qui trovi uno spunto per cominciare!

Altra soluzione pratica è donare i libri ad associazioni della tua zona che si occupino di bambini in difficoltà oppure ragazzi che stanno completando, nonostante le fatiche, un percorso di studi. Accertati che i libri che hai a disposizione posso davvero interessare: scrivigli, spiegagli gli argomenti.

2. Regala

E se regalassi tutto alla biblioteca della tua città? Per esperienza ti dico che sarà un’azione sicuramente ben accetta. Le biblioteche sono sempre alla ricerca di libri per ampliare la raccolta e rimpinguare gli scaffali. Grandissimo interesse è riservato proprio ai classici, alle edizioni antiche, a tutto quello che ha una storia. Unica accortezza da avere è assicurarsi che i libri che si propongono, siano in buono stato perché destinati a persone che non vendono l’ora di leggere proprio quel libro!

3. Mercatino

Altra soluzione per non gettare i libri vecchi è cercare un mercatino a cui poterli vendere. Nelle città, ogni anno, e in diversi periodi, vi è la disponibilità di vendere qualsiasi cosa. Parla con un’Associazione che conosci e che possa aiutarsi oppure una libreria. Di solito quelle indipendenti hanno sempre un posto per i libri usati. Anche in questo caso assicurati del buono stato dei testi. Il resto vien da sé!

I guadagni non sono tantissimi ma è sempre meglio che abbandonare i libri per strada.

5. Bookcrossing

Sai di cosa si tratta? Te lo spiego in due parole: in un posto della tua città viene messo un contenitore di libri usati a cui ognuno ha liberamente accesso; prende un libro, lo legge e lo riporta alla base. Il bookcrossing ormai è in moltissime città italiane, piccole e grandi. Un’alternativa comoda e soprattutto green ad abbandonare i libri. Di solito quest’attività è gestita o dal Comune di riferimento oppure da privati. Qui trovi tutte le informazioni per mettere un nuovo “contenitore” di libri nella tua città. Magari i libri di cui devi disfarti possono essere i primi ad entrare!

Dare via i libri vecchi con un pizzico di romanticheria

Per i più romantici, un modo unico per lasciare andare via un libro è aggiungere un biglietto che risponda alle domande: perché questo libro ti è piaciuto? Cosa ha mosso in te? Perché leggerlo?

Un modo alternativo per lasciare andare via qualcosa che possa (questo è l’augurio) far stare bene qualcun altro.

Hai altri modi alternativi per dare via i libri “vecchi”? Hai un progetto in cui tutto questo calzerebbe a pennello? Scrivimi! 

Anita

Anita

Content Specialist e specialista nel complicarmi i pensieri come solo le persone che gettano avanti il cuore in ogni cosa che fanno, sanno esserlo. Il Blog è il mio esercizio quotidiano per curare me stessa, per non perdermi, per essere sempre presente.

Leave a Response