close
Cosa fare prima di partire le vacanze? Scrivere una #baletter!

Cosa fare prima di partire le vacanze? Scrivere una #baletter!

4 Ago 2018472Views

L’invito di BalenaLab è la mia risposta alla domanda ma cosa fare prima di partire?

Cara Anita, ma è normale che il primo giorno di vacanza tu apra gli occhi alle 6 di mattina? Sì, conoscendoti. Dunque, hai percorso la malsana idea di cancellare le foto che hai sul cellulare e ripercorrere a ritroso due anni di storie.

Conservi sempre troppo: cartoline, quaderni, foglietti, vestiti, matite. Due caffè dopo ti sei fermata. Perché vederti riflessa è così strano?

Eppure che bella che sei con queste cosce grosse che sono sempre un limite, il fascino piccolo, quest’altezza a metà… eppure (ricordi!?) da piccola promettevi bene. Quel dire più volte “forse diventerà troppo alta” ha smorzato la voglia di crescere. Che bella che sei nell’imperfezione delle unghie, nel sentirti sempre troppo poco e mai abbastanza, in quella voglia di migliorare per essere sempre un passo oltre te stessa. Che fatica essere te! Che fatica esserlo ogni giorno. Eppure, che bella che sei! Ti vedi? Forse no! Tutti i giorni, tutto il giorno, sei troppo impegnata a mettere in bella copia gli appunti, a riscrivere cose di cui gli altri parlano, a tradurre un pensiero, un’idea. Guardati più spesso: ne vale la pena, nonostante tutto. Fallo con i tuoi occhi.

Sai, ho dei progetti per queste vacanze. Capire fino a che punto, capire se nonostante, capire se invece. Tu hai capito cosa intendo, vero? Che testa complessa, quanti neuroni che funzionano tutti e tutti insieme. Ho sempre così tanta confusione e vorrei trovare sempre così tante domande! Eppure da quando sono qui, in questo luogo poco mio ma molto degli altri, ho capito qualcosa. Meglio muoversi che stare ferma, così come ora. Sono le 7.30.

Non ti dico di non pensare, tanto tu penserai; né mi azzardo a suggerirti che le persone non sono sempre tuoi nemici e che se le cose non vanno secondo razionalità è un grande vantaggio. Ti dico solo buone vacanze, riposati perchè il contrario di “fare” è semplicemente “non fare!”.

#baletter del 4 agosto, primo giorno di vacanza.

***

Non è mai capitato che le valigie mi anticipassero, che le mie cose fossero già lì in vacanza prima che io arrivassi: il pregio di chi cresce. Eppure le cose da fare prima di partire sono sempre tantissime. Ad esempio oltre ad impostare l’autoresponder così chi mi cerca sa che non ti troverà per le prossime due settimane, scrivo sempre una lista delle cose che ho lasciato in sospeso per evitare che al mio rientro i pensieri si affollino e non sappia più dove trovarli. Le liste mi danno sicurezza e qui ti dico perché.

Credo di essere pronta per andare quando ho risposto fino all’ultima mail, archiviato fino all’ultimo documento, scritto sul diario di bordo fino all’ultima attività fatta, da fare, rimandata (e per quale motivo). Perché non finisce mai tutto qui.

A presto.

 

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Content Specialist e specialista nel complicarmi i pensieri come solo le persone che gettano avanti il cuore in ogni cosa che fanno, sanno esserlo. Il Blog è il mio esercizio quotidiano per curare me stessa, per non perdermi, per essere sempre presente.

Leave a Response