close
Ispirazione o inspirazione? Un anno che inizia

Ispirazione o inspirazione? Un anno che inizia

4 Gennaio 2019367Views

Ad un certo punto succede: cambi prospettiva. Guardi le cose da un atro punto di vista, accetti che siano così e per quanto “doloroso” e strano possa essere, ecco che la visione delle cose assume un altro punto di vista. E’ così che l’ispirazione o inspirazione assumono lo stesso valore anche se ovviamente il significato cambia. Abbiamo bisogno di essere ispirati da cose, fatti e persone per guardare sempre oltre l’apparenza e trovare il senso profondo delle cose. Che coraggio! Ci vuole coraggio per farlo dunque il respiro diventa fondamentale. Ecco: ispirazione o inspirazione? Entrambe.

Premessa

Probabilmente esistono due cose inutili che solitamente si fanno nel passaggio tra un anno e l’altro:

  1. la lista delle cose da lasciare all’anno vecchio;
  2. i buoni propositi che si ha intenzione di rispettare nell’anno nuovo.

Abbiamo bisogno di essere ispirati da cose, fatti e persone per guardare sempre oltre l’apparenza e trovare il senso profondo delle cose.

Durante queste feste, durate troppo poco, ho fatto la mia solita lista delle cose da fare il blog in ordine di urgenza, colorando le diverse attività in base alla “fretta” con cui devo farle. Mi sono accorta che la lista era più lunga delle ore a disposizione per lavorarci, che le aspettative superavano la realtà, che il mondo va sempre allo stesso modo e non posso mettere il turbo.

Dire e fare cose di Valore.

Ho sfoltito la lista, eliminato ciò che può attendere e mi sono chiesta cosa fosse davvero importante. La risposta sono stati due verbi, Dire e Fare, e poi il modo: con Valore. Oltre l’apparenza deve esserci qualcosa e in questo tempo in cui le immagini sembrano avere sempre più senso a discapito delle parole, dire e fare cose di Valore non è scontato. Dunque sarà l’anno della lotta con il sorriso alle Recensioni senza libro (per combattere la battaglia #Recensionisenzalibro su tutti i social, per strada, ovunque!) contro i recensori di professione che dimenticano che LEGGERE un libro è il primo passo per recensirli. Sarà l’anno della rincorsa alla gentilezza e al concetto di rispetto l’uno dell’altro che solo la forza delle parole, sanno dare. Sarà l’anno delle Parole condivise (le #paroleincircolo su tutti i social, per strada, ovunque!) con sincerità ed è per questo dobbiamo promettere più spontaneità.

Sarà un anno impegnativo. Ma sarà un anno bellissimo.

Sono curiosa di sapere cosa pensi sull’argomento.


Scrivimi la tua esperienza

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Content Specialist e specialista nel complicarmi i pensieri come solo le persone che gettano avanti il cuore in ogni cosa che fanno, sanno esserlo. Il Blog è il mio esercizio quotidiano per curare me stessa, per non perdermi, per essere sempre presente.

Leave a Response