close
Olio su tela, 10 pittori che hanno dipinto Napoli

Olio su tela, 10 pittori che hanno dipinto Napoli

20 giugno 2018513Views

C’era una volta, o forse sarebbe meglio dire c’erano una volta, un gruppo di pittori che hanno dipinto Napoli, in epoche diverse. Sono cambiati i pennelli, le tele, i concetti, ma il soggetto, Napoli sempre ben chiaro all’orizzonte. Il Vesuvio, il Golfo, i Monumenti. C’è qualcosa che parla e dice che la città è bella come una poesia.

Quanti pittori hanno dipinto Napoli? Quanti pittori hanno pennellato la città più bella? Il prossimo 26 giugno, a Padova, profonda Padania, parlerò della città più bella. Sarò con Valeria Genova per presentare con lei Napoli, amore mio (GausEditore), primo e intenso libro di racconto della città e di tutto quello che gira intorno ad essa.

Quale occasione per capire la pittura come ha visto la città? A caratterizzare il mio elenco ci sono le scuole, orientamenti, formazioni ed idee differenti dei dieci pittori: la ricchezza è tutta qui!

Prima dell’alba siamo passati tra Capri e il Continente e siamo entrati nel Golfo di Napoli. Ero sul ponte. L’indistinta massa del Vesuvio fu presto in vista. L’ho riconosciuta da un quadro (della mamma?). Ben presto ho «sentito» la città. Luci brillanti. Siamo stati trattenuti a bordo fino alle nove dalla polizia che se la prende con comodo. Con alcuni altri sono sceso all’Hotel de Geneve. Colpito dalla prima apparizione di Napoli. Grandi folle, strade belle, edifici alti.

Herman Melville

La selezione: 10 pittori che hanno dipinto Napoli

1.Veduta della baia di Napoli con il Castel dell’Ovo,  Jean-Baptiste Camille Corot

Bello vero? Camille Corot, francese ma di formazione italiana, è famoso, tra l’altro, per una serie di Bozzetti italiani, testimonianza del suo amore per il nostro paese.

2.Napoli, Monte Sant’Angelo e Capri, William Turner

Era il 1819 e durante il suo tour italiano, il pittore inglese ha realizzato sette studi ad acquerello della città: dei veri e propri capolavori! Il quadro vede tutto da una prospettiva insolita e mette tutto insieme: isola e terraferma.

3.Eruzione del Vesuvio, William Turner

Di Turner non sapevo quale scegliere, ed allora entrambi! “Eruzione del Vesuvio” è un esempio maestro della bravura del pittore. Dentro c’è tutto: studi sulla luce, passione per il sublime e l’amore per Napoli.

4.Chiaro di luna a Napoli, Silvester Scedrin

Questo quadro si trova a Mosca, nel Museo Rumjancev. Una perla della pittura di Scedrin, pittore russo con la passione per Napoli. Vi è arrivato come si faceva all’epoca: tramite le vie marittime del Golfo.

5.La baia di Napoli, Pierre-Auguste Renoir

Renoir è il pittore impressionista più conosciuto ed è restato letteralmente affascinato dalla bellezza della città, tanto che nel 1881 le dedicò questa tela. Oggi il quadro è conservato a New York.

6.Vesuvius, Andy Wharol

Riconoscibile tra mille! Tra serie di opere “napoletane”, la più famosa è Vesuvius, una rivisitazione pop di uno dei simboli più importanti della città. Oggi, l’esemplare è esposto al Museo Nazionale di Capodimonte.

7.Castel dell’Ovo dalla spiaggia, Van Pitloo

Luci, colori, passioni, romanticismo. Io non conoscevo questo pittore eppure è uno dei massimi esponenti della Scuola di Posillipo, espressione pittorica dell’800.

8.Veduta del porto di Napoli, Bruegel il Vecchio

Nel ‘500, il pittore olandese ha visitato l’Italia e si è innamorato di Napoli. La tela riproduce il Golfo di Napoli e il Vesuvio, dipinti con un tratto tipico dei fiamminghi: l’orizzonte rialzato che dà particolare respiro all’orizzonte. Si scorgono anche Castel dell’OvoCastel Nuovo, la perduta Torre San Vincenzo.

9.Marina con pescatori e il Vesuvio sullo sfondo, Francesco Saverio Torcia

Nella seconda metà dell’800, il pittore ha dipinto la marina con i pescatori nel mare di Napoli. Ricorre il Vesuvio, simbolo, per tutti, della città.

10.Veduta del porto di Napoli, Giuseppe de Nittis

Il pittore è un impressionista pugliese, formatosi all’Accademia delle Belle Arti di Napoli, da cui verrà espulso per indisciplina. Da qual momento, è diventato autodidatta, crescendo grazie alle meraviglie di cui godeva.

A proposito di Napoli

Cercare pittori, figure e volti di Napoli così come gli altri l’anno vista, è stato stimolante. Se la città attrae così tanto un motivo ci sarà. La magia, lo stupore, lo spettacolo di fronte a tutta questa bellezza. Tutta, tutta insieme.

Il prossimo 26 giugno, a Padova, in libreria Pangea, sarò con Valeria Genova per presentare il suo libro: Napoli, amore mio. Un viaggio oltre il pregiudizio che è il sottotitolo del testo e un invito a viaggiare sempre senza pregiudizio. Discuteremo della città, non solo di Napoli, ma della “città” che accoglie e che si integra, che ospita e che allontana. 

Vi aspetto di persona (scrivetemi!) e sui social: racconterò la serata anche da qui! Per maggiori informazioni, questa è la pagina ufficiale Facebook e la pagina dedicata all’evento.

E se il prossimo weekend visiteresti Napoli?




Booking.com


Anita

Anita

Content Specialist e specialista nel complicarmi i pensieri come solo le persone che gettano avanti il cuore in ogni cosa che fanno, sanno esserlo. Il Blog è il mio esercizio quotidiano per curare me stessa, per non perdermi, per essere sempre presente.

Leave a Response