close
Un nuovo rituale: il bacio del mattino e della sera

Un nuovo rituale: il bacio del mattino e della sera

13 Gennaio 2019386Views12Comments

Uno degli aspetti costantemente sorprendenti delle relazioni è con quanta rassicurazione abbiamo bisogno di credere che siamo attivamente ricercati – e, allo stesso modo, quanto sia facile dimenticare questo fatto imbarazzante sia per noi stessi che per l’altra persona.

La narrativa standard dell’amore ci dice che l’insicurezza dell’essere ricercato sarà al culmine all’inizio della relazione; ma, una volta che una relazione è iniziata, una volta che ci potrebbero essere bambini, una casa e un modello stabilito di vita, allora sicuramente la paura di essere indesiderati dovrebbe scomparire.

‘Il bacio‘ dipinto da Francesco Hayez realizzato nel 1859 e conservato a Milano nella Pinacoteca di Brera

Tuttavia, la paura di essere indesiderati continua ogni giorno. Ci potrebbero sempre essere nuove minacce all’integrità dell’amore. Solo perché siamo stati amati ieri non garantisce la sensazione che non saremo minacciati oggi. Se una paura viene lasciata marcire, può portarci ad adottare una posizione difensiva in cui, poiché assumiamo che non siamo desiderati, iniziamo a comportarci in modo freddo e distaccato, che incoraggia il partner ad agire allo stesso modo. Due persone che sono, nel cuore, molto ben disposte l’una verso l’altra possono finire in un ciclo negando di aver bisogno dell’altro.

Per cercare di calmare queste paure e cicli di distacco ingiustificato, dovremmo essere sicuri di istituire un rituale apparentemente piccolo ma di fatto cruciale nelle nostre vite: un bacio del mattino e della sera. Ogni mattina, prima di separarci, non importa quanto di fretta siamo entrambi, dovremmo scambiarci un bacio appropriato sulle labbra, per almeno sette secondi che è – in realtà – un tempo stranamente lungo. Accostàti, a stretto contatto, non pensare alle molte cose che devi fare nelle prossime ore. Concentrati semplicemente sulla sensazione della sua bocca sulla tua, senti il ​​tuo naso contro la sua pelle. Non interrompere bruscamente alla fine dei sette secondi: continuate a guardarvi l’un l’altro per qualche altro istante e sorridete. Lo stesso dovrebbe essere ripetuto ogni sera al ritorno.

Entrare in connessione emotiva

Quando ci baciamo, stiamo attingendo a un canale centrale di connessione emotiva. Il contatto fisico intimo ci colpisce in un modo che è sia distinto, sia in molti modi superiore a parole o idee. Siamo creature sensuali almeno nella stessa misura in cui siamo razionali: un sorriso o una carezza può quindi rassicurarci molto più profondamente di quanto possa una frase eloquente o un fatto ben articolato (“certo che ti amo …”).

Da bambini siamo stati cullati dal contatto molto prima che potessimo capire il linguaggio, e quindi continuiamo ad aver bisogno del contatto fisico per credere che abbiamo un posto nella vita di un altro. Di solito un bacio deriva da un sentimento tenero: prima abbiamo un’emozione e poi la esprimiamo. Ma c’è un altro modo in cui le nostre menti possono lavorare, un modo in cui un sentimento deriva da un’azione. Il bacio del mattino e della sera dovrebbe quindi arrivare prima, indipendentemente dal fatto che esista o meno un’emozione tenera. L’emozione si verificherà (è molto difficile baciare e sentire nulla). Potremmo aver bisogno di fare quella mossa alquanto strana: un piccolo sforzo. Il bacio del mattino e della sera dovrebbe essere un rituale. Una caratteristica centrale dei rituali è che li facciamo se ci sentiamo di farli o meno. Il bacio dovrebbe aver luogo anche se hai appena avuto una discussione piuttosto sarcastica o se stai correndo per un importante incontro – o se ti senti risentito.

“Over the town” di Marc Chagall dipinto nel 1918 e conservato nella Tretyakov Gallery di Mosca in Russia. Rappresenta due amanti che si librano sul loro vecchio mondo, volando dalla loro città natale verso una nuova vita insieme. 

Migliori sentimenti seguiranno.

Quando lasciamo la casa e ci dirigiamo verso la stazione, non dovremmo più chiedere solo se abbiamo ricordato le chiavi. Dovremmo sempre chiederci se abbiamo fatto una cosa molto più importante e amorevole: se abbiamo scambiato un bacio di sette secondi.

Traduzione di: A New Ritual: The Morning and Evening Kiss, in The Book of Life, gennaio 2019.

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Content Specialist e specialista nel complicarmi i pensieri come solo le persone che gettano avanti il cuore in ogni cosa che fanno, sanno esserlo. Il Blog è il mio esercizio quotidiano per curare me stessa, per non perdermi, per essere sempre presente.

Leave a Response