Bookcrossing per riciclare libri, l’esempio Bianconiglio

Di bookcrossing per riciclare libri te ne ho parlato in più di un’occasione perché questo metodo è molto diffuso e una sua declinazione è proprio quella di mettere a disposizione di chiunque, in qualunque luogo, titoli di cui ne può fare a meno a favore delle letture altrui. Di esempi di questa pratica in giro per l’Italia ormai ve ne sono moltissimi: iniziative interessanti e molto stimolanti che coinvolgono piccole e grandi comunità di persone che, a volte, si “scoprono” grandi lettori oppure continuano una tradizione di passione libraria che da sempre li caratterizza. 

L’esempio di Bianconiglio

In tema di bookcrossing l’iniziativa Bianconiglio, associazione del casertano, è davvero interessante. Il primo sforzo è stato trasformare questa pratica di scambio e distribuzione gratuita dei libri tra i lettori, in un format davvero interessante: #Bianconigliobookcrossing.

Bianconiglio è un’associazione di volontariato nata nel 2015 su iniziativa di un gruppo di studenti universitari casertani decisi a unire le proprie forze e i diversi interessi per intraprendere un progetto di rilancio culturale della propria città con l’obiettivo di offrire ai giovani cittadini occasioni di intrattenimento e incontro. Dopo l’esperimento delle prime librerie itineranti, hanno proseguito con l’inaugurare a Caserta uno spazio permanente: una libreria nella quale è possibile scambiare libri gratis e senza limiti. 

Come funziona da Bianconiglio

Il sistema che adottano è molto semplice e consiste nel portare un libro in libreria e prenderne un’altro: facile, no? I libri da scambiare sono valutati dai volontari e custoditi così che chiunque possa accedervi in totale libertà. Ma non è finito qui. Agli utenti iscritti all’associazione, inoltre, è riservato il servizio di bookcrossing online: l’accesso esclusivo al database contente l’archivio dei titoli disponibili e la possibilità di prenotare lo scambio direttamente da casa. 

Una nuova libreria permanente e ancora bookcrossing

Pare che Bianconiglio abbia trovato una nuova casa, ad annunciarlo sono i volontari sulla pagina Facebook che ti invito a seguire. Un nuovo spazio dove ospitare ancora più libri da scambiare gratuitamente e l’appello è aiutare i volontari ad allestire questo nuovo spazio. 

Bookcrossing per riciclare libri, l'esempio Bianconiglio
Il post pubblicato sulla pagina di Bianconiglio con cui   si invita la community a raccogliere libri.

“Speriamo di inaugurare entro dicembre. Ci trasferiremo da Tredici che è una frazione di Caserta a San Benedetto, altra frazione poco distante”, dice, Marta Farina, a nome di Bianconiglio. “Saranno disponibile oltre 8000 volumi – continua – tra narrativa, saggi, manuali, libri per bambini e ragazzi”. Nell’elenco delle mie domande vi è anche un PERCHE’. Perché questa iniziativa. “Dopo cinque anni di lavoro – mi spiega – in cui siamo diventati un punto di incontro per i lettori di Caserta, volevamo uno spazio più grande e confortevole che potesse ospitare tutti i volumi che abbiamo accumulato nel tempo le future donazioni che ci auguriamo arriveranno”. 

E’ possibile fare una donazione direttamente qui e sostenere questo bellissimo progetto di bookcrossing per riciclare quelle storie che non ci piacciono più, non ci sono mai piaciute, oppure quelle che ci sono così “entrate dentro” che regalarle è un vero piacere. Ole!

Leave a Comment

*Please complete all fields correctly