Accade più o meno sempre così: scorrendo i social, parlando con amici, parenti, colleghi si scopre sempre che questi stanno leggendo un ottimo libro, che ne hanno appena terminato un’altro e non vedono l’ora di iniziare il prossimo. Insomma, appassionati lettori, amici delle pagine lette in ogni dove.

E poi ci sei tu, che ti affanni a portare a termine un libro, che lo guardi prendere polvere sul comodino, curandoti ogni settimana di spolverarlo; oppure lo/li guardi, sono in libreria (e voce vuoi che stiano!) e aspettano invano di essere sfogliati. Eppure, è tutta una questione di approccio.

Basta con i sensi di colpa, basta con le letture mai terminate, con i buoni propositi disattesi. Diciamo un fragoroso S T O P alle conversazioni in cui si parla dell’ultimo libro letto dalle quali vorremo solo scappare o, peggio, sprofondare in un baratro senza uscita. Basta vergogna. Benvenuto nuovo Approccio che ci aiuterà a capire come leggere di più e meglio.

5 modi per leggere un libro con costanza

Una delle domande che mi viene posta più frequentemente riguarda proprio la costanza nella lettura. Come fare a leggere di continuo, senza perdere il ritmo? Ecco, l’errore è proprio qui: quello con i libri non è un rapporto rose e fiori, secondo la mie esperienza. I momenti “no” ci sono, eccome. Tra le cause:

  • mancanza di tempo materiale;
  • storie che non funzionano e quindi non attirano;
  • troppe sollecitazioni diverse che distraggono;
  • mancanza di metodo.

Ecco i 5 modi che insegnano come leggere di più.

Scegli un buon libro

Alla base di ogni tentativo di lettura indefessa di libri e libri, vi devono essere libri e libri di un certo valore. Storie che ci colpiscono davvero, narrative interessanti e piacevoli, generi letterari che stuzzichino l’attenzione e la mantengano nel corso del tempo. Per scegliere un buon libro non vi è nulla di meglio di un giro in libreria. E’ qui che potrai sfogliare i titoli più interessanti, le ultime uscite, i classici e lasciarti consigliare da libraie d’eccezione. Altra tecnica è il passaparola. Se ti circondi di accaniti lettori è arrivato il momento di interrogarli e di farti raccontare le ultime letture che hanno fatto e quali libri consigliano. Attenzione, ogni scelta deve essere in linea con le tue passioni: dunque, scegli un libro che al 70% credi ti possa piacere. fatti guidare dalle letture passate, autori di cui ti sei innamorata senza dimenticare che novità fa rima come beltà… dunque scegli, a volte, anche un libro di un autore che non hai mai letto, un genere a cui non hai mai dedicato neppure un’ora della tua vita.

Predisponiti alla lettura

Non è detto che se hai un buon libro tra le mani tu sia predisposta/o alla lettura. Mi spiego. Viviamo davvero giornate funeste e tempestose, il più delle volte presi da millemila cose da fare con la mente occupata chissà dove. Spegnere il cervello dovrebbe essere la regola ma chi lo fa veramente? Quanto spesso? Sempre troppo poco!

Un’ottima lettura deve saper conquistare anche il lettore meno costante ma uno due modi per leggere di più è essere predisposti alla lettura, accogliere la storia in tutto e per tutto ed essere pronti, finalmente, a dedicarle anima e corpo.

Pensa spazi in cui leggere

Per rispondere alla domanda come leggere di più, non pensi forse che serva metodo?! Bene allora mettiti comodo perché il punto 3 e il punto 4 fugheranno ogni dubbio, a patto che tu ne abbia ancora.

Pensare a spazi in cui leggere ci aiuta a pensarci lettori!

Dove possiamo leggere: la mattina a colazione, in bagno, durante una vasca rilassante, a letto prima di andare a dormire, al parco, ad ora di pranzo, in pomeriggio, pre cena o post cena? Quali momenti della giornata è possibile dedicare alla lettura? Da queste risposte si evincerà un elenco concreto di spazi in cui praticare questa attività

Creara una routine

Pensare gli spazi in cui leggere predispone il terreno ad un’altra attività altrettanto importante per leggere meglio: creare un rito della lettura. Giorno dopo giorno, il rito diventerà abitudine e da lì sarà molto più semplice fare in modo che l’abbandono di una storia sia solo “saltuario” e non la “regola”.

Se hai deciso che il tuo momento per leggere è prima di dormire, concentrati. Libera la mente in quei minuti preziosi. Dedicati completamente alla storia, ai personaggi, concentrati sul loro sviluppo.

Invoglia la lettura

Dopo aver deciso: cosa leggere, quando leggere e dopo che questo è diventata una routine, scegli anche i modi in cui rendere l’ambiente lettura il luogo preferito in cui trascorrere il tempo. Per accompagnare la lettura, potresti, ad esempio:

  • aver bisogno di completo silenzio;
  • preferire un leggerissimo sottofondo musicale;
  • amare una candela accesa;
  • un tè caldo d’inverno e un paio d’occhiali da sole per leggere in primavera, al parco.

Esistono davvero tantissimi modi per incoraggiare la lettura e questi sono solo pochi esempi. Qualunque espediente, se utile, è perfetto! Poi basta solo mantenere la costanza per 21 giorni et voilà, il gioco è fatto.

Perché ventuno giorni? Pare che sia questo il limite temporale da raggiungere per far sì che un’attività ricorsiva diventi una vera e propria abitudine. Alcuni credano sia solo un falso mito altri ne hanno sperimentato la forza. Eppure la teoria dei 21 giorni per adattarsi a una nuova abitudine piace sempre di più. L’idea è venuta a Maxwell Maltz, un chirurgo plastico degli anni ’50. Maltz scoprì che i pazienti che erano stati sottoposti a un’operazione al viso, impiegavano 21 giorni per abituarsi ai nuovi tratti del loro volto. Così giunse alla conclusione che “questi e molti altri fenomeni comuni tendono a dimostrare che ci vogliono almeno 21 giorni per liberarsi da una vecchia immagine mentale e sostituirla con una nuova”. Ben presto la sua teoria si diffuse e la citazione fu abbreviata in:

Ci vogliono 21 giorni per creare una nuova abitudine.

Maxwell Maltz, Chirurgo plastico

Un gruppo Facebook per leggere 20 pagine al giorno

Per non sentirti sola/o durante le tue peripezie con i libri da leggere, puoi sempre iscriverti a Mai più Tsundoku Book Club, un gruppo Facebook promosso da Nicole Zavagnin in cui ci “aiutiamo” a non perdere il filo e a mantenere la costanza di leggere 2 libri al mese per tutto l’anno.

E tu, in quale momento della giornata preferisci leggere?

Tags
,
Leave a Comment

*Please complete all fields correctly